La Costituzione cancellata Emilio Isgrò
La Costituzione cancellata Emilio Isgrò

Il costituzionalista Carlo Esposito disse: “Il contenuto della democrazia non è che il popolo costituisca la fonte storica ideale del potere, ma che abbia il potere; non già che esso abbia solo il potere costituente, ma che a lui spettino i poteri costituiti; e che non abbia la nuda sovranità (che praticamente non è niente) ma l’esercizio della sovranità (che praticamente è tutto)”.

La Costituzione della Repubblica italiana entrò in vigore il 1 gennaio 1948 dopo circa due anni di incessante lavoro dell’Assemblea costituente, della quale fecero parte 207 democristiani, 115 socialisti 104 comunisti 41 liberali ed altre formazioni minori per un totale di 556 componenti (non tutti bolscevichi insomma). Continue reading “Il popolo sovrano”